UNA VITTORIA INASPETTATA

LA LIBERAZIONE DI SKOPJE

Quest’anno al Vittorio Veneto Film Festival, dal 2 al 5 Maggio 2018, è stato presentato “La Liberazione di Skopje”, un film (non ancora visibile al cinema perchè non è stato distribuito) di Rade Serbedzija e Danilo Serbedzija, due registi croati che produssero questo film nel 2016 in Macedonia. La pellicola in questione racconta della Seconda Guerra Mondiale dal punto di vista di Zoran, un bambino di undici anni il cui padre si è unito ai partigiani per combattere i tedeschi e difendere il proprio paese, mentre la madre, assunta come donna delle pulizie da un ufficiale tedesco, intraprende una relazione con quest’ultimo. Nel 1941 la città di Skopje fu occupata dai tedeschi e dai loro alleati bulgari che iniziarono ad impossessarsi delle proprietà delle persone di religione ebraica. Da questo momento le vite dei cittadini sono completamente sconvolte dalla guerra ed essi devono impegnarsi a sopravvivere giorno per giorno. Alla fine della visione di questo film c’è stata una breve discussione tra uno studente e un’insegnante su una scena particolare del film dove i ragazzi e il signore con le stampelle (in foto) sono andati da una prostituta. Il giorno dopo, sabato 5 maggio, ultimo giorno del festival, all’inizio delle premiazioni sono stati ringraziati lo staff del Vittorio Veneto Film Festival, gli sponsor, i ragazzi in sala regia e Ivano De Matteo per le riprese. Di seguito è stato annunciato il film vincitore che con grande sorpresa non è stato Hart Beat ma proprio La Liberazione di Skopje, e l’annuncio è stato accolto dal pubblico con un grande applauso. Il festival si concluse dopo le premiazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *