LA CONCLUSIONE DI TRE GIORNI DA FILM

L’ultimo giorno delle proiezioni tenutesi al cinema Cristallo in occasione del Giffoni San Donà Movie Days è iniziato con i ringraziamenti da parte del sindaco di San Donà di Piave Andrea Cereser verso tutti coloro che hanno partecipato a questa manifestazione e che l’hanno resa possibile, mettendo a disposizione il loro tempo e le loro qualità. Il sindaco ha inoltre espresso il suo parere personale a proposito della scuola e di ciò che essa può offrire, dicendo che il fine dell’istruzione è quello della felicità poiché aiuta i giovani a capire quali sono le loro attitudini, a svilupparle e migliorarle, a crearsi un futuro e quindi ad essere persone felici e realizzate. La giornata si è svolta con la visione di due film: al mattino “17 anni e come uscirne vivi”, a cui è seguita la discussione con domande e vari interventi, mentre nel pomeriggio c’è stata la visione del film “Il sole a mezzanotte”. Tra i due il secondo è stato il film che ha più appassionato, commosso e coinvolto il pubblico. Il film in questione narra la storia di Katie, una ragazza diciassettenne affetta da una rara malattia che rende per lei mortale anche la minima esposizione diretta della luce solare e dell’incontro con Charlie, ragazzo per il quale sin da bambina provava qualcosa e che ora le permetterà di conoscere l’amore in un modo intenso e speciale. I dibattiti affrontati dopo la visione dei film hanno portato i ragazzi a riflettere sui vari spunti e sulle varie provocazioni lanciate, sui temi principali del film, sulla scelta del cast e anche su alcuni aspetti tecnici particolari ed hanno sicuramente fornito delle nuove competenze rispetto a quello che è il mondo del cinema e dello spettacolo. Prima dell’inizio del secondo film ha fatto visita al cinema Cristallo e ai giovani giurati il direttore del Giffoni Experience Claudio Gubitosi, il quale ha parlato di come negli anni settanta è nato il festival dal risultato delle sue giovani idee e dei suoi sforzi da diciottenne, di come si svolge il festival e di quanto sia contento che questa sua creazione, che ogni anno ospita in questa piccola cittadina della Campania numerosi personaggi del mondo dello spettacolo di fama mondiale che si mettono in gioco in questa magica atmosfera incontrando direttamente i giovani e prestandosi ad incontri e domande, sia diventata un punto di forza per la sua regione ma anche per tutta l’Italia, poiché risultato di menti operative e creative che lavorano per regalare ogni anno qualcosa di unico e speciale ad ogni persona che vi partecipa, e che si stia espandendo in molti Paesi del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *